cima MAPpa Uscita
DIRITTO ALLA SICUREZZA:
MISURE CAUTELARI PERSONALI
 

La protezione e la sicurezza delle vittime possono essere salvaguardate applicando all’indagato o all’imputato delle misure cautelari.
La misura cautelare è una restrizione alla libertà dell’indagato o dell’imputato, che può essere applicata nel corso del procedimento penale se sussiste il pericolo di fuga, il pericolo di manomissione delle prove del reato, o il pericolo di ripetizione del reato.

Esistono diverse misure cautelari come:

  • il divieto dell’espatrio a carico dell’indagato o dell’imputato;
  • la sospensione a carico dell’indagato o dell’imputato dell’esercizio di determinate professioni;
  • l’obbligo imposto all’indagato o all’imputato di presentarsi periodicamente alla Polizia;
  • l’allontanamento imposto all’indagato o all’imputato dalla casa familiare, o dai luoghi frequentati dalla vittima;
  • il divieto di avvicinamento imposto all’indagato o all’imputato ai luoghi frequentati dalla vittima;
  • il divieto o l’obbligo imposto all’indagato o all’imputato di dimorare in un determinato territorio;
  • l’arresto dell’indagato o dell’imputato presso il suo domicilio;
  • l’arresto dell’indagato o dell’imputato presso il carcere o presso un luogo di cura.

In caso di stalking, violenza domestica e bullismo, la vittima può chiedere ed ottenere dal Questore del luogo un ammonimento contro l’autore.

La vittima deve essere informata in caso di revoca o sostituzione delle misure cautelari per il deposito di una memoria e dovrebbe essere ascoltato, quando il Giudice lo ritenga necessario.

 
     
     
 
DIRITTO ALLA SICUREZZA:
LE MISURE DI PREVENZIONE DEL QUESTORE
Nel quadro delle strategie di prevenzione della violenza e di tutela delle vittime vulnerabili si applicano misure di prevenzione proprie del Questore, quale Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza. Si fa riferimento, in particolare, all’ammonimento, importante strumento che consente di intervenire nei casi di stalking, violenza domestica e cyberbullismo.
Nei casi previsti dalla legge, il Questore può intervenire in maniera rapida e con una misura alternativa o parallela alla via giudiziaria.