inizio mappa uscita

Rabbia

Rabbia

A volte le vittime provano una rabbia profonda e molte volte anche odio verso la persona che ha commesso il reato.
Queste emozioni possono scatenare pensieri di vendetta, facendo emergere dei lati del proprio carattere che le vittime potrebbero non riconoscere. Ovviamente, è importante distinguere tra fantasia e azione reale, ma è anche importante che le vittime non si sentano in colpa per avere questi pensieri, in quanto è una reazione completamente normale che di solito diminuisce man mano che passa il tempo dal momento dell’accaduto.

Non è raro che le vittime di reato neghino o provino a sopprimere ciò che è successo. Ciò consente loro di affrontare il disagio e la sofferenza che sentono dopo aver subito il reato.

Il passo successivo per superare quello che inizialmente “hanno dovuto dimenticare” è ricordare: è un processo impegnativo, che può richiedere del tempo, e anche della fatica. Questo è il motivo per cui è frequente che le persone in crisi continuino a provare rabbia anche mentre stanno superando ed elaborando l’accaduto.

Se queste reazioni non scompaiono dopo alcune settimane, è importante cercare aiuto.